giovedì 5 novembre 2015

Varato il Crocetta quater, ma sarà l’ultimo?

Con il via libero del Partito democratico nasce il quarto governo Crocetta, quello che dovrebbe concludere la legislatura, ma sarà così?

di Giovanni Pulvino (@PulvinoGiovanni)

Con l’accordo raggiunto tra il Governatore della Sicilia ed il suo partito, il Partito democratico, nasce il quarto governo Crocetta, anzi il quater bis, infatti, a trenta ore dalla nomina, ma senza ancora la firma sul decreto, escono di scena due assessori, Cleo Li Calzi e Antonio Fiumefreddo. L’accordo raggiunto ieri sera prevede l’inserimento in Giunta di un esponente dell’area di Giuseppe Lupo, Anthony Barbagallo che avrà la delega al Turismo.
Questi gli altri assessori: Mariella Lo Bello (sindacalista della Cgil) Vicepresidente e Assessore per le Attività produttive, Antonello Cracolici (Pd) all’Agricoltura, sviluppo rurale e della pesca mediterranea, Giovanni Pistorio (Udc) alle Infrastrutture e mobilità, Maurizio Croce (Sicilia futura) al Territorio ed ambiente, Baldo Guicciardini (Pd) alla Salute, Gianluca Miccichè (Udc) alla Famiglia, politiche sociali e lavoro, Alessandro Baccei (Pd) all’Economia, Carlo Vermiglio (tecnico dell’area Ap) ai Beni culturali ed identità siciliana, Vania Contrafatto (Pd) all’Energia ed ai servizi di pubblica utilità, Bruno Marziano (Pd) all’Istruzione e formazione professionale, al Presidente  l’interim per le Autonomie locali e funzione pubblica.
“Ringrazio i partiti e il segretario Raciti per il grande lavoro svolto per assicurare alla Sicilia un governo politico”, ha dichiarato all'Ansa Rosario Crocetta ed ancora: “Non ho mai temuto le elezioni anticipate. Il nuovo governo politico di fine legislatura che abbiamo definito con la coalizione mi sembra di livello. Ora tutti al lavoro”.