VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

domenica 30 agosto 2015

Migrante ucraino ucciso nel napoletano mentre tenta di sventare una rapina al supermercato

Anatolij Korov, così si chiamava il 38enne ucraino che è stato ucciso nel tentativo di sventare una rapina

di Giovanni Pulvino (@PulvinoGiovanni)

Castello di Cisterna - (foto leggo.it)
Residente a Castello di Cisterna, nel napoletano, Anatolij Korov si era recato al supermercato per fare la spesa con la più piccola dei suoi tre figli.
L’uomo stava uscendo dal supermarket quando ha notato i criminali giunti a bordo di una moto nera ed immediatamente ha lasciato il carrello e la figlia fuori dal punto vendita per tentare di bloccare i malviventi.
L’ucraino si è avventato su uno dei rapinatori che stava minacciando con una pistola la cassiera intimandogli di consegnargli l’incasso. Nella colluttazione i malviventi hanno esploso alcuni colpi di pistola colpendo Korov al petto e ad una gamba.
Inutili sono stati i tentativi di aiutare l’immigrato fatti dal personale e dai clienti del supermercato. Quando i carabinieri sono giunti sul posto era già morto.
La vittima viveva a Castello di Cisterna da diversi anni ed aveva un regolare permesso di soggiorno. Tutti in paese lo ricordano come ‘un gran lavoratore’ anche se non aveva una mansione fissa.